gli abbracci spezzati

Gli Abbracci Spezzati

Un uomo (Lluís Homar) scrive, vive e ama nell'oscurità. Quattordici anni prima ha sofferto un terribile incidente di macchina nell'isola di Lanzarote. Nell'incidente ha perso non solo la vista, ma anche Lena (Penelope Cruz), la donna della sua vita.

Continua a leggere

Quest'uomo usa due nomi, Harry Caine, ludico pseudonimo con il quale firma i suoi lavori letterari, i racconti e le sceneggiature, e Mateo Blanco, il suo vero nome di battesimo, con il quale vive e firma i film che dirige. Dopo l'incidente Mateo Blanco si riduce al suo pseudonimo, Harry Caine. Se non può più dirigere film si impone di sopravvivere con l'idea che Mateo Blanco è morto a Lanzarote accanto alla sua amata Lena. 

Harry vive grazie alle sceneggiature che scrive e all'aiuto della sua fedele direttrice di produzione di un tempo, Judit Garcia (Blanca Portillo), e di Diego (Tamar Novas), il figlio di lei, segretario, dattilografo e guida per ciechi. Dal momento in cui ha deciso di continuare a vivere e di raccontare storie, ha cancellato dalla sua biografia ogni ombra della sua prima identità. 

Una notte Diego ha un incidente e Harry si fa carico di lui (sua madre Judit, si trova fuori Madrid, e decidono di non dirle nulla per non allarmarla). Nelle prime notti di convalescenza, Diego gli chiede di parlargli dell'epoca in cui rispondeva al nome di Mateo Blanco, dopo un momento di stupore Harry non sa negarsi e racconta a quanto è successo anni prima con l'intenzione di distrarlo, come un padre racconta una storia al figlio piccolo per farlo addormentare... 

Firma la regia del film drammatico Pedro Almodovar nel 2009.  "Gli abbracci spezzati" ha raccolto diversi riconoscimenti ed ha partecipato in concorso al 67° Festival di Cannes. 

 

Dettagli

  • generethriller
  • durata131'
  • anno2009