IL RESTO DELLA NOTTE

La moglie di un industriale di provincia licenzia la giovane domestica rumena. L'ex di lei e un tossico italiano cercano di svaligiare la villa dei coniugi.

Silvana, la moglie di un industriale della provincia di Torino è sofferente da tempo di disturbi nervosi. Si convince che la giovane domestica rumena, Maria, sia responsabile della sparizione di alcuni preziosi nella propria villa. Senza alcuna prova, contro la volontà del marito, la donna decide di licenziare la giovane.

Maria, dopo un disperato vagabondare, decide di tornare in casa del suo ex fidanzato, Ionut. L'uomo è da poco uscito di galera e condivide un misero appartamento di ringhiera col fratello minore adolescente Victor. Tra Ionut e Maria rinasce una passione che sembrava sopita da tempo. Purtroppo però i giovani amanti sono i primi ad accorgersi che gli equilibri familiari sono cambiati: Victor guarda con sospetto la neo arrivata Maria, celando una gelosia quasi morbosa per Ionut, accresciuta dalla recente scomparsa della madre.

Ionut intanto ha cominciato a frequentare Marco Rancalli, un giovane cocainomane, con cui condivide un giro di piccola malavita. Marco a sua volta ha una storia difficile alle spalle, un figlio di otto anni Luca, affidato da molti anni alla ex-moglie. Ionut e Marco venuti a conoscenza della refurtiva di Maria decidono di tentare un colpo nella villa dell'industriale.

Dopo il primo apprezzato lungometraggio "Saimir", ritroviamo il regista Francesco Munzi con una storia che cerca di fare un ritratto del Nord Italia con le sue luci e le sue ombre, in un confronto aperto tra due amoralità. Protagonista, il viso inconfondibile (e gli occhi di ghiaccio) di Stefano Cassetti, noto per "Roberto Succo".

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata108'
  • anno2008