L'ULTIMA TENTAZIONE DI CRISTO

Duramente contestato dal Vaticano e dai fondamentalisti cattolici, è uno strepitoso film sul dubbio e sulle possibilità mancate di un destino

Gesù (Willem Dafoe) vede il rapporto con l'Eterno come persecutorio. Vorrebbe vivere come gli altri, avere una famiglia, non comprende il suo percorso messianico così cerca di sfuggirgli fabbricando croci per i Romani. Un giorno decide di intraprendere il suo cammino e rifugiarsi nel deserto. Va a trovare Maria Maddalena (Barbara Hershey), prostituta perché rifiutata da lui in gioventù, e le resiste. Affronta le tentazioni di Satana, compie miracoli. Nonostante tutto ciò i dubbi continuano a perseguitarlo. Entra a Gerusalemme, scaccia i mercanti dal tempio, sembra voler innescare una rivolta ma Egli conosce già il suo destino sacrificale così convince il suo maggiore discepolo, proprio Giuda (Harvey Keitel), a tradirlo per farsi catturare facilmente.

Finisce dinanzi al governatore Pilato (David Bowie) che lo condanna a morte e poi crocifisso quando in punto di morte vede un angelo sotto forma di fanciulla che afferma di essere venuto a salvarlo. Il Nazareno è libero, può finalmente sposarsi, dapprima con Maddalena poi con la sorella di Lazzaro ed avere una famiglia. Passano gli anni, è il 70 d.C. ed è l'inizio dell'offensiva romana contro gli Ebrei. Gesù vecchio giace su un letto moribondo quando riceve la visita di Giuda e di altri apostoli, ad ammonirlo come l'angelo sia in realtà un messo di Satana. Spaventato e pentito, in uno scenario apocalittico di tenebre, tra le urla di una Gerusalemme in fiamme, il Nazareno invoca il Signore e si risveglia nuovamente sulla croce, potendo così morire nella speranza di una salvezza degli uomini.

Tratto dal libro di Nikos Kazantzakis il film, che ha momenti di grande potenza e bellezza, fece gridare molti allo scandalo.

 

 

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata166'
  • anno1988