la scorta

La Scorta

Il film ispirandosi a fatti realmente accaduti, racconta la vicenda del magistrato Francesco Taurisano che condusse un'inchiesta in Sicilia, e degli uomini della sua scorta.

Continua a leggere

In seguito all'uccisione del sostituto procuratore Rizzo e del maresciallo Virzì, alla Procura della Repubblica di Trapani, con lo stesso incarico, viene trasferito da Varese il magistrato Michele De Francesco (Carlo Cecchi).
Capo della sua nuova scorta è il brigadiere Andrea Corsale (Enrico Lo Verso), gli altri membri sono; Angelo Mandolesi (Claudio Amendola) originario del luogo e amico del maresciallo ucciso, il carabiniere Fabio Muzzi (Ricky Memphis) e i due autisti Raffaele (Tony Sperandeo) e Nicola (Ugo Conti).
Al suo arrivo il giudice viene accolto con sospetto dall'ambiguo impiegato Polizzi (Leo Gullotta) che ne sparla al procuratore capo Caruso (Benedetto Ranelli). Alla scorta viene destinata una sola auto blindata, solo due giubbotti antiproiettile per tutti i carabinieri, e la benzina spesso razionata. Ben presto il magistrato, continuando l'inchiesta iniziata del suo precedessore sull'approvvigionamento idrico della città e sulla costruzione di una grande diga, scopre sospette collusioni tra mafia, politica e forze dell'ordine, che coinvolgono il vice-prefetto Scavone, il boss mafioso locale Mazzaglia e successivamente anche il politico Nestore Bonura (Giacinto Ferro), l'unico che aveva difeso pubblicamente il magistrato per il sequestro dei pozzi.

Le ripercussioni non tardano ad arrivare. Il procuratore De Francesco sempre più isolato ora si fida unicamente della sua squadra che lo segue fedelmente, e qualcuno pagherà con la vita...

"La scorta" diretto da Ricky Tognazzi è un film del 1993, vincitore nello stesso anno di 5 David di Donatello: miglior regia, migliore produttore (Claudio Bonivento), migliore fotografia, miglior montaggio (Carla Simoncelli), migliore fonico di presa diretta (Remo Ugolinelli).

 

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata92'
  • anno1993