LA STORIA DI JACK E ROSE

Jack Slavin affetto da gravi problemi cardiaci, vive con la figlia adolescente in una sperduta isola al largo della costa canadese. Decide di chiedere a Kathleen, con cui ha una relazione da tempo, di trasferirsi a vivere con loro.

Jack Slavin (Daniel Day-Lewis), sofferente di gravi problemi cardiaci, abita insieme alla figlia sedicenne Rose (Camilla Belle), tra le rovine di una comune da lui fondata ed oramai disabitata, al largo della costa canadese. Vivono in un isolamento volontario, per continuare ad inseguire il sogno di poter vivere in perfetta armonia con la natura, lontano dalla modernità e dalle logiche consumistiche.

Ma quando Jack si accorge che il rapporto con Rose rischia di andare oltre al classico rapporto genitore e figlia, tenta di spezzare questo equilibrio chiedendo alla sua ex compagna Kathleen (Catherine Keener) ed ai suoi due figli Rodney (Ryan McDonald) e Thaddius (Paul Dano), di andare a vivere con loro. Per la gelosia di Rose gli equilibri in casa si frantumano, la ragazza a dimostrazione che da questa nuova situazione non si potrà più tornare indietro decide di perdere la verginità con uno dei due figli di Kathleen. La reazione di fronte all'incontro con il mondo moderno sarà per Rose trumatica, ma riuscirà ugualmente ad affrontare molto bene le nuove situazioni.

Tutto ciò che il padre le ha incultato durante la sua educazione; inseguire i propri ideali, credere in se stessi, non aver mai paura dei propri pensieri, non omologarsi agli altri, dunque tutti questi preziosi insegnamenti del padre resisteranno anche dopo la sua morte.

Rebecca Miller, figlia del noto drammaturgo Arthur Miller, sceneggiatrice e regista del film, affida il ruolo di Jack al marito Daniee Day-Lewis, perfetto a recitare il ruolo dell'ex hippy, dando vita alle inquetudini del protagonista maschile.

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata115'
  • anno2005