L'orgoglio degli Amberson

L'ORGOGLIO DEGLI AMBERSON

La storia narra attraverso un arco temporale di vent’anni, tra la fine dell’800 ed i primi del ‘900, l’ascesa e poi l’inesorabile declino di una aristocratica famiglia di Indianapolis, raccontata attraverso le vicissitudini che accadono ai componenti della stessa.

Continua a leggere

L’orgogliosa Isabel Amberson (Dolores Costello), sposa il ricco e blasonato Wilbur Minafer, rifiutando la corte dell’intraprendente Eugene Morgan (Joseph Cotten) di cui è innamorata, poiché di professione è inventore di automobili ed è disprezzato anche per le sue origini piccolo borghesi.
Dopo venti anni, alla morte del marito a cui è sempre stata fedele, Isabel abita ancora nella vecchia tenuta di famiglia insieme all’anziano padre (Richard Bennett), al figlio George (Tim Holt) al fratello Jack (Ray Collins) ed alla cognata Fanny (Agnes Moorehead). Per ironia della sorte George si innamora proprio di Lucy (Anne Baxter), la figlia di Eugene.
Ancora l’orgoglio guida la scelta di George che osteggia anche il riavvicinamento tra la madre ed il mai dimenticato Eugene, con tragiche conseguenze...

"L'orgoglio degli Amberson" (The Magnificent Ambersons) di genere drammatico, tratto dall’omonimo romanzo di Booth Tarkington, è il secondo film di Orson Welles che oltre a firmarne la regia è qui, insolito per l’epoca, la voce narrante.
Straordinaria la fotografia di Stanley Cortez che ricevette una candidatura agli Oscar insieme ad Agnes Moorehead come miglior attrice non protagonista e a quella del miglior film e miglior scenografia.

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata95'
  • anno1942