L'UOMO NERO

Tornato in Puglia al capezzale del padre, Gabriele ricorda alcuni episodi legati al difficile rapporto con l'uomo, capostazione con velleità artistiche...

Ernesto Rossetti (Sergio Rubini) è capostazione della ferrovia locale. Vive in un piccolo appartamento con la moglie Franca (Valeria Golino), il piccolo figlio Gabriele e il cognato Pinuccio (Riccardo Scamarcio), uno scapolo che gestisce una drogheria. Ernesto si diletta, con un certo talento, nella pittura.

Dopo una vita di frustrazioni in cui è stato impossibilitato a dare sfogo al suo estro artistico, su consiglio della sua mecenate personale donna Valeria (Anna Falchi), decide di inaugurare per la festa del paese una mostra con il meglio dei propri quadri. Il poco idilliaco rapporto con gli intellettuali del luogo affossano ogni ambizione artistica del ferroviere. Ma Ernesto escogita una soluzione...

Con "L'uomo nero" Sergio Rubini torna ai temi a lui più cari quali la Puglia e la famiglia, in un percorso di ricordo che impreziosice un inequivocabile omaggio al suo paese di origine. Ottima prova del regista pugliese, che si conferma sempre più autore di storie popolari e capace di raccontare il nostro Pese con il giusto miscuglio di serietà ed ironia, senza mai perdere il contatto con la realtà.

Dettagli

  • generecommedia
  • durata126'
  • anno2009