MARIE ANTOINETTE

Sofia Coppola rilegge in chiave pop la vita di corte di Maria Antonietta, sposa di Luigi XVI, dal suo difficile ingresso a Versailles alla rivoluzione.

Dopo "Il giardino delle vergini suicide" e "Lost in translation", Sofia Coppola torna a raccontare una storia intima e umana con uno stile elegante e moderno allo stesso tempo. A soli 14 anni l'aristocratica Marie Antoinette è la promessa sposa del Delfino di Francia (Jason Schwartzman). Ben presto la giovane regina attira le antipatie prima della corte, poi della borghesia e infine del popolo che non le perdonerà mai il fatto di essere straniera. Nel palazzo e nei giardini di Versailles, la sovrana trova sollievo dalle frustrazioni di un ambiente che non capisce giocando con scarpe, dolci e amanti.

Una storia nota a tutti narrata con un respiro moderno grazie alla capacità di sintesi di Sofia Coppola che, oltre alla regia, ne ha curato anche la sceneggiatura. Grazie a una colonna sonora che mescola musica d'epoca a brani di Bow Wow Wow, New Order e Phoenix, "Marie Antoinette" è il racconto lucido di un personaggio attuale, vivo, non stereotipato di una giovane che si ritrova al centro di un passaggio epocale: la Rivoluzione Francese.

Il volto della regina di Francia è di Kirsten Dunst che con questo film si è affrancata dalla figura di "fidanzata della porta accanto" dopo aver indossato i panni della dolce Mary Jane di "Spiderman". Una curiosità: tra le calzature della regina si trovano anche un paio di scarpe da ginnastica. Nel cast anche Rip Torn, Judy Davis, Asia Argento e Marianne Faithfull.

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata126'
  • anno2006