maschere e pugnali

Maschere E Pugnali

La seconda guerra mondiale è agli sgoccioli ma l’attività di spionaggio compiuta dagli americani nei confronti dei tedeschi non esita a finire.

Continua a leggere

In particolare, quella computa dal servizio segreto di Washington è soprannominata “Maschere e pugnali” e in questa viene coinvolto Alvah Jesper (Gary Cooper), professore di fisica nucleare ingaggiato e convinto a paracadutarsi in Europa per carpire, sotto mentite spoglie, qualche informazione in più riguardo alla creazione della bomba atomica da parte dei nazisti.
L’uomo allora prima si reca in Svizzera dalla dottoressa Katerin Lodor (Helen Thimig), la quale è costretta dai nazisti a lavorare per loro senza rivelare nulla riguardo a ciò che si sta occupando. Ella però viene tragicamente uccisa dopo che i tedeschi vengono a sapere della presenza di una spia, costringendo così Jesper a spostarsi in Italia. Qui egli incontra il professor Polda (Vladimir Sokoloff), anch’egli assoldato dai nazisti con la minaccia di uccidere la figlia, e viene affidato a un gruppo di partigiani fra cui c’è la giovane Gina (Lilli Palmer), bella e intrepida ragazza di cui presto si innamora ma dalla quale gli eventi lo costringono a separarsi.

Maschere e pugnali” è un film del 1946 da Fritz Lang, regista e sceneggiatore austriaco della prima metà del ‘900. Nel cast troviamo anche: Robert Alda (Pinkie), J. Edward Bromberg (Trenk), Marjorie Hoshelle (Ann Dawson), Dan Seymour (Marsoli), Marc Lawrence (Luigi) e James Flavin (Colonel Walsh).

Dettagli

  • generespionaggio
  • durata110'
  • anno1946