MICHAEL COLLINS

In un'Irlanda schiacciata da 700 anni di dominio britannico, Michael Collins rappresenta la lotta per la pace e la libertà. Una storia vera.

Regno Unito, 1916. Durante la la rivolta di Pasqua, i rivoluzionari irlandesi si arrendono dopo sei giorni alla schiacciante forza militare dell'esercito inglese. Tra i leader indipendentisti solo Eamon de Valera (Alan Rickman), cittadino americano, viene risparmiato al plotone di esecuzione. Molti seguaci, tra i quali Michael Collins (Liam Neeson) e l'amico Harry Boland (Aidan Quinn), finiscono in prigione. Una volta rilasciati si trovano a essere i nuovi capi del movimento di indipendenza irlandese.

Collins si butta a capofitto nella lotta politica e militare contro il dominio britannico viaggiando per il Paese e facendo proseliti. Ferito durante uno dei tanti scontri con la polizia, viene curato da una giovane attivista, Kitty Kiernan (Julia Roberts), che diventerà sua compagna. Intanto De Valera si reca in America, nel tentativo di ottenere sostegno per la causa irlandese, portando con sé Boland. Rientrato dagli Stati Uniti, De Valera insiste affinché Collins vada a Londra per trattare con il governo. Collins torna con un documento che sancisce la nascita dello Stato libero d'Irlanda e richiede il giuramento di fedeltà alla Corona britannica.

Il trattato è approvato a stretta misura dal parlamento irlandese ma rifiutato da De Valera e i suoi seguaci. Riesplode allora la guerra civile e Collins, contro il parere di tutti, decide di tentare un cessate il fuoco...

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata135'
  • anno1996