MR. JONES

Il rapporto tra un affascinante quarantenne che soffre di psicosi maniaco-depressiva e la sua psichiatra si trasforma in amore...

In preda a un'acuta crisi depressiva, un uomo (Richard Gere) viene ricoverato in una casa di cura. Affetto da bipolarismo, suscita l'interesse di una giovane psichiatra, la dottoressa Libbie (Lena Olin), convinta che che Mr Jones, questo il suo nome, avrà presto una ricaduta.

L'uomo alterna momenti di cupa malinconia a eccessi di sfrenata euforia. Appena uscito dalla clinica ritira tutti i suoi soldi dalla banca e, dopo aver convinto la bella cassiera a seguirlo, se li spende in poche ore. Poi, di nuovo, la crisi: va a un concerto, si fa conquistare dalla musica di Beethoven, sale sul podio sostituendosi al direttore d'orchestra. Inevitabile un nuovo ricovero.
La dottoressa Libbie decide allora di prendersi personalmente cura del caso e, con molta pazienza, riesce a costruire parte del doloroso passato del suo paziente. Mr Jones la sfida, legge nel suo cuore fino a che Libbie non finisce per mettere a rischio la sua intera carriera per amore...

Agli inizi degli anni 90 il regista Mike Figgis decise di girare un film sul disturbo bipolare. Il progetto suscitò immediatamente l'interesse di Richard Gere, da sempre sensibile a tematiche legate alla sofferenza psichica, al punto da indurlo a frequentare per diverse settimane individui affetti da questo disturbo.

Dettagli

  • generecommedia
  • durata120'
  • anno1992