RADIOFRECCIA

Siamo nel 1993: Bruno Lori (Luciano Federico), ideatore ed unico deejay di Radiofreccia, informa gli ascoltatori dell'ultimo giorno di trasmissione; all'alba del diciottesimo anniversario della fondazione della stessa, decide di spegnerla.

Rievoca partendo dal 1975 tutta la storia della radio, dal perché scelse il nome Radio Raptus e poi lo cambiò in Radiofreccia (in memoria di Freccia) ed insieme ripercorre un'altra storia strettamente legata alla prima: quella di un gruppo di 5 amici che partendo dalla soffitta di casa di Bruno, con un trasmettitore da 5 watt e i dischi portati da casa diedero vita alla prima radio libera nella piccola provincia reggiana.

Ritorna con la memoria alla vita dei suoi amici Tito (Enrico Salimbeni), Iena (Alessio Modica), Boris (Roberto Zibetti) e Freccia (Stefano Accorsi) loro leader morto di overdose, tra scherzi, scampagnate, serate al bar di Adolfo (Francesco Guccini) e vicissitudini familiari, non sempre facili...

"Radiofreccia" è un film del 1998 diretto da Luciano Ligabue, all'esordio nella regia, ispirato ad alcuni racconti presenti nel suo primo libro pubblicato 'Fuori e dentro il borgo'.

Il film dal successo inaspettato (Nastro d'Argento - David di Donatello per miglior regista esordiente - 3 Globi d'oro) è stato proiettato negli Stati Uniti al MoMA, il Museo d'Arte Moderna di New York.

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata113'
  • anno1998