sesso e potere

Sesso E Potere

Per distogliere l'attenzione dell'opinione pubblica su uno scandalo a luci rosse che coinvolge il presidente USA, viene inscenata una finta guerra. Mancano due settimane alle elezioni e il Presidente degli Stati Uniti in carica viene coinvolto in uno scandalo a luci rosse per aver molestato una minorenne all'interno della Casa Bianca. Prima che l'incidente possa causare danni irreparabili per la rielezione, lo staff presidenziale convoca l'esperto massmediologo Conrad Brean (Robert De Niro) al quale viene affidato il compito di attirare l'attenzione dell'opinione pubblica su qualche altro avvenimento. Abilissimo nella sua professione, Brean coinvolge nel suo progetto Stanley Motss (Dustin Hoffman), regista e produttore californiano.

L'idea è quella di "inventarsi" una guerra alla quale gli Stati Uniti non possono non partecipare e coinvolgere giornali e televisioni per far credere che la cosa sia vera. Viene individuata l'Albania come luogo dove prendono il via le ostilità, vengono girati in studio finti servizi di falsi inviati dal fronte di guerra, arrivano le notizie delle prime vittime dal fronte e allestiti i funerali secondo la solenne tradizione americana. A questo punto però Motss si ribella e non vuole più stare al gioco...

Il film del 1997 diretto da Barry Levinson ha un curioso legame con la realtà: qualche mese dopo l'uscita della pellicola nelle sale negli Stati Uniti, l'amministrazione Clinton - nel pieno della guerra del Kosovo - si vedrà costretta ad affrontare lo scandalo nato dalla relazione del presidente statunitense con la sua stagista Monica Lewinsky. Sceneggiato da Hilary Henkin e David Mamet e tratto dal romanzo "American Hero" di Larry Beinhart.

Continua a leggere

Dettagli

  • generecommedia
  • durata102'
  • anno1997

Non perdere i film e le anteprime del grande cinema di Mediaset Premium