STRADE PERDUTE

Fred, geloso della moglie, riceve una videocassetta dove lo si vede accanto al corpo della consorte assassinata. Lo arrestano per uxoricidio, ma nella sua cella...

All'ingresso della propria casa, Fred Madison (Bill Pullman), sassofonista, scopre per più volte alcune videocassette che ritraggono in sequenza la casa stessa, e poi lui e la moglie Renée mentre dormono. Avvertita, la polizia non riesce a trovare spiegazioni logiche. Arriva una nuova videocassetta che ritrae Fred accanto al corpo massacrato della moglie. Arrestato per omicidio, Fred in carcere è preda di violenti mal di testa.

Una mattina un'improvvisa mutazione lo porta ad assumere il corpo del giovane Pete, meccanico. Viene allora liberato e riprende a lavorare al servizio del boss malavitoso Eddy. La ragazza di quest'ultimo, Alice, seduce Pete e lo convince a realizzare un colpo, quasi una vendetta, ai danni di Andy, regista di film pornografici, che l'aveva avviata alla prostituzione.
Durante il colpo, Andy rimane ucciso, mentre Pete e Alice si danno alla fuga in macchina...

David Lynch dimostra anche qui di essere il regista più visionario d'America. Un film folle ed affascinante, un non-racconto in cui prevale una eccelsa maestria della messinscena, e un'ambiguità totale e da incubo.

Dettagli

  • generedrammatico
  • durata132'
  • anno1996