Tutti gli uomini del deficiente

Tutti Gli Uomini Del Deficiente

Arrivato a settant'anni Leone Stella (Arnoldo Foà) proprietario e presidente della Totem Arts, una multinazionale specializzata in videogiochi con sede nel castello di Monasterolo, in provincia di Bergamo è intenzionato a smettere l'attività.

Continua a leggere

Vuole lasciare il comando della sua azienda ad un 'omonimo', o nel caso di una donna ad una certa 'Stella Leone', poichè il destino di ognuno si nasconde dietro il nome ed il suo ha il significato di "colui che fa giocare gli altri".
Decide pertanto di sfidare tutti i suoi omonimi, provenienti da ogni parte d'Italia, a sei prove ispirate al videogioco. Ogni singola prova è accompagnata dal commento fuori campo della Gialappa's Band. Segue una passerella molto varia di concorrenti d'ogni tipo ed estrazione sociale, e quando sul più bello sembra che sia stato trovato il vincitore successore al presidente, il telegiornale annuncia...

"Tutti gli uomini del deficiente" è un film comico diretto da Paolo Costella che ha segnato l'esordio cinematografico della Gialappa's Band, ed è una evidente parodia del famoso film "Tutti gli uomini del presidente". Moltissimi furono i comici, lanciati proprio dalla Gialappa's, che presero parte al film (Gioele Dix, Walter Fontana, Bebo Storti, Marina Massironi) oltre a cinque giornalisti che interpretarono se stessi (Lamberto Sposini, Cristina Parodi, Barbara d'Urso, Benedetta Corbi, Enrico Mentana), ma ancora: Claudia Gerini, Luciana Littizzetto, Paolo Hendel, Maurizio Crozza...


Dettagli

  • generecommedia
  • durata129'
  • anno1999