Immagine testata

LAW&ORDER: LOS ANGELES

Continua a leggere
in onda su

A chi si chiede cosa simboleggi Los Angeles la risposta sembra scontata: sole, spiagge, belle ragazze, lusso e mondanità. Ma ogni medaglia ha il suo risvolto, dietro il fascino accecante di Hollywood si nasconde il lato oscuro della città: crimini efferati, assassini senza scrupoli, strade che diventano il teatro dell'eterna lotta tra legalità e illegalità. Ai margini del jet set, un gruppo di angeli del bene vive e lavora all'insegna di un unico valore: la giustizia. Sono loro i protagonisti di "Law & Order: Los Angeles",

La serie televisiva che dal 1990 racconta il sistema giudiziario americano e le persone che operano al suo interno ha dunque un nuovo panorama e una folta serie di nuovi casi da risolvere. Come sempre fari puntati sia sull'attività investigativa della squadra di detective del dipartimento, sia sull'aspetto giudiziario con l'iniziativa processuale del procuratore distrettuale, per seguire dall'inizio alla fine i casi in essere.

Come per "Law & Order", la parte prettamente poliziesco-investigativa compete a tre personaggi: i detective Rex Winters (interpretato da Skeet Ulrich) e Tomas "TJ" Jaruszalski (Corey Stoll) e il loro superiore, il tenente Arleen Gonzales (Wanda De Jesus). Per quella giudiziaria invece si alternano episodio dopo episodio due team di procuratori: il vice procuratore Ricardo Morales (Alfred Molina), la sua assistente Evelyn Price (Regina Hall) e i loro colleghi Jonah "Joe" Dekker (Terrence Howard) e Lauren Stanton (Megan Boone).

Quinto e ultimo spin-off del franchise "Law & Order", la serie nasce da un'idea del più significativo rappresentante della grande tradizione poliziesca americana, Dick Wolf.