Immagine testata

SMALLVILLE 8

Continua a leggere
in onda su

Smallville è una serie televisiva statunitense fantascientifica, creata da Alfred Gough e Miles Millar. Legata alle avventure di Superman ma ambientata nei nostri tempi, la serie narra le vicissitudini adolescenziali del giovane Clark Kent (Tom Welling).

Il 16 ottobre del 1989: una pioggia di meteoriti contenenti Kryptonite (minerale che produce mutazioni genetiche negli esseri umani) si abbatte sulla cittadina di Smallville, luogo dove il futuro Superman Clark Kent sta conducendo la sua spensierata giovinezza coi genitori adottivi Martha (Annette O'Toole) e Jonathan (John Schneider).
Circa 10 anni dopo Clark scopre ed inizia a controllare i suoi poteri ed insieme alla sua amica Chloe Sullivan (Allison Mack), studentessa anch'essa del liceo, iniziano ad indagare su questi inspiegabili fenomeni e si trovano sempre più invischiati nei piani loschi di Lionel (John Glover) e di suo figlio Lex Luthor (Michael Rosembaum).

Nella ottava stagione della serie, il personaggio di Lex Luthor dopo una iniziale conferma a comparire ancora in qualche episodio, in non sarà più presente, se non visto marginalmente di spalle od in penombra. Sarà meno presente anche il personaggio di Lana che rivedremo in sole cinque puntate. Entreranno al loro posto due nuovi personaggi storici della DC Comics: Tess Mercer interpretato da Cassidy Freeman, la nuova proprietaria della Luthor Corporatione (per volere del testamento di Lex) e Davis Bloome interpretato da Sam Witwer, un misterioso paramedico che in occasione in una esplosione conosce Clark e Chloe. Bloome si rivelerà poi essere Doomsday, colui che nella saga originale dei fumetti ucciderà Superman. Non ultimo, ricompare a Metropolis anche il personaggio pericoloso del Generale Zod (Callum Blue).


In questi 22 episodi della ottava stagione infatti, l'ambientazione si sposta sempre più nella città di Metropolis, accompagnando i protagonisti verso l'epilogo raccontato dalla filmografia e nei fummetti del passato.