Immagine testata

THE CLOSER 2

Continua a leggere
in onda su

Una personalita' fuori dal comune, un approccio molto diretto, oltre alla capacita' di memorizzare anche i minimi dettagli contraddistinguono il nuovo detective del piccolo schermo, il sostituto capo della CIA Brenda Leigh Johnson (Kyra Sedgwick), chiamato da Atlanta a dirigere un'unita' speciale del Dipartimento di Polizia di Los Angeles, quella che si occupa dei casi di omicidio piu' complessi.


Brenda e' stata scelta per questo delicato incarico, oltre che per le sue indiscusse doti investigative, soprattutto per la tenacia con cui conduce gli interrogatori, che spesso portano alla piena confessione dei reati da parte dell'interrogato.

Superate le difficoltà di adattamento nell'unità che comanda, Brenda continua a lavorare con impegno guadagnandosi sempre più la stima di tutti i colleghi, diventa sempre più stretto infatti il legame con il sergente Gabriel (Corey Reynolds).

Il capo Johnson porta avanti la sua relazione con l'agente dell'FBI Fritz Howard (Jon Tenney), iniziando la convivenza con l'uomo, ma tenendola nascosta ai propri genitori temendone le reazioni poiché la sua è stata una educazione molto rigida.

Il Capo della sezione, Will Pope (J.K. Simmons), responsabile dell'arrivo di Brenda a Los Angeles le chiede di testimoniare in suo favore per ottenere la custiodia dei figli in fase di divorzio. Questo fatto provoca una violenta reazione di Estelle, ex moglie di Pope, che affronta Brenda violentemente davanti a tutti, rinfacciandole la reazione sentimentale che loro ebbero precedentemente alla sua separazione.

Per una serie diversa di motivazioni il capitano Johnson viene sospeso temporaneamente dal lavoro, verso la fine di questa stagione, consentendole di collaborare con un collega della CIA che le chiede una mano. Tornata a capo della sua squadra, dopo la risoluzione di un importante caso con connessioni terroristiche, guida il suo team verso indagini più ampie.