Immagine testata

THE CLOSER 3

Continua a leggere
in onda su

Una personalita' fuori dal comune, un approccio molto diretto, oltre alla capacita' di memorizzare anche i minimi dettagli contraddistinguono il nuovo detective del piccolo schermo, il sostituto capo della CIA Brenda Leigh Johnson (Kyra Sedgwick), chiamato da Atlanta a dirigere un'unita' speciale del Dipartimento di Polizia di Los Angeles, quella che si occupa dei casi di omicidio piu' complessi.


Brenda e' stata scelta per questo delicato incarico, oltre che per le sue indiscusse doti investigative, soprattutto per la tenacia con cui conduce gli interrogatori, che spesso portano alla piena confessione dei reati da parte dell'interrogato.

Ma il suo carattere eccentrico e i suoi modi non proprio ortodossi, oltre al fatto che e' l'unica donna, per giunta del Sud, in un ambiente prettamente maschile, fanno si' che i colleghi le siano ostili.

Tutti, tranne uno chiedono il trasferimento. Il sergente Gabriel (Corey Reynolds), che diventa suo assistente personale è forse il solo che riesce ad essere collaborativo da subito. La tenace Brenda riesce comunque pian piano a ottenere il rispetto dei suoi subordinati, anche se qualcuno, come Flynn (Tony Denison) e Taylor (Robert Gosset) tentano a più riprese di minare la sua autorità.

Appena giunta a Los Angeles, Brenda conosce in Fritz Howard (Jon Tenney), un agente dell'FBI conosciuto mentre lavorava ad Atlanta e se ne innamora subito, contraccambiata dallo stesso sentimento anche se spesso i contrasti che si creano tra polizia e agenti federali dnello svolgimento del lavoro, pesano sulla loro vita privata.Nel finale di stagione, Brenda viene accusata da una fonte anonima riguardo i suoi metodi investigativi e la sua carriera finisce sotto il mirino, ma dopo gli sforzi da lei compiuti il suo team reagisce in modo compatto difendendola.