Immagine testata

Marcatori Champions League: la classifica 2015

La Uefa Champions League è indubbiamente la competizione calcistica più affascinante a livello europeo. La massima espressione del calcio ad alti livelli, uno spettacolo per appassionati e tifosi che tiene incollati al televisore milioni di persone ogni anno. La coppa con le orecchie non è soltanto il trofeo più prestigioso a livello di club, ma anche una vetrina d'eccezione per chi vuole mostrare al mondo intero quali sono le sue qualità calcistiche.

Ecco perché ogni anno i bomber più prolifici nei rispettivi campionati provano a dare il meglio di sé a suon di gol anche nella Champions League. Perché un conto è far vedere di cosa si è capaci tra le mura amiche, un altro invece è dimostrarlo di fronte all'Europa intera contro le corazzate difensive più temibili.

La classifica marcatori della Champions League oggi è qualcosa che va al di là di un semplice raffronto di numeri, anche perché grazie ad essa ogni cannoniere si gioca una buona chance di approdare tra i finalisti per il 'Pallone d'Oro'.

In questa edizione 2015-2016 l'assenza di Lionel Messi nel Barcellona dai campi di gioco è stata una sorpresa poco lieta per il club blaugrana. Il fenomeno argentino infatti è stato il capocannoniere lo scorso anno assieme al compagno di squadra Neymar e all'asso del Real Madrid Cristiano Ronaldo, eterno rivale sul campo e non solo.

Proprio l'uomo più in vista dei 'blancos' nel 2013-2014 era riuscito a vincere la classifica a mani basse, mettendo a segno ben 17 reti, distanziando Zlatan Ibrahimovic di sette lunghezze. Anche nell'edizione precedente Cristiano Ronaldo riuscì ad affermarsi mettendo a segno la bellezza di 12 reti e per trovare il talento argentino in testa ai marcatori della Champions bisogna tornare alla stagione 2011-2012, dove chiuse in testa con 14 gol.

Conquistare la leadership nella classifica marcatori significa nella maggior parte dei casi portare la propria squadra al successo: già, perché arrivando fino in fondo si ha la possibilità di disputare più incontri anche se in alcuni casi basta indovinare la partita giusta per dare un bello scossone.

Basti pensare alla semifinale 2010 dove Messi mise a segno quattro gol contro l'Arsenal, o agli ottavi di finale contro il Bayer Leverkusen, dove lo stesso fenomeno del Barça ne fece addirittura cinque siglando un record assoluto per la competizione.

Al momento nella classifica assoluta dei cannonieri più prolifici tra quelli in attività e quelli già ritirati la leadership spetta a Cristiano Ronaldo, che tiene a distanza di sicurezza Lionel Messi in seconda posizione. La sua assenza prolungata nella prima parte di stagione, sia dalla formazione catalana che conseguentemente dalla classifica marcatori della Champions League 2015 , non gli ha permesso di insinuare il primato di CR7 che ha potuto incrementare il suo bottino indisturbato.

La lotta tra i due numeri uno dei club spagnoli rimane tuttavia aperta, e entrambi dovranno guardarsi dall'arrivo di Robert Lewandowski del Bayern Monaco, che ha infiammato da Bundesliga a suon di gol e prestazioni eccezionali e pare non lasciare scampo nemmeno in Europa.

Continua a leggere