Immagine testata

Knock knock con Keanu Reeves: cast completo, canzone e trama

S'intitola “Knock knock” il film horror del 2015 che vede nei panni di protagonista Keanu Reeves, un architetto che si ritrova a casa da solo dopo la partenza di moglie e figli, che decidono di trascorrere il weekend fuori casa. Evan Webber, questo il suo nome, è dunque in totale solitudine quando qualcuno, nel pieno di una notte piovosa, bussa alla sua porta.

La scena è un cliché abusatissimo in ambito horror, perciò è un po' spiazzante vedere due affascinanti ragazze sull'uscio quando Evan apre la porta. Per una serie di imprevisti, Bel e Genesis si sono perdute mentre si stavano recando ad una festa e, dato che il taxi che Evan ha chiamato per loro tarderà ad arrivare, i tre cominciano a fare conoscenza, con un po' di musica (da giovane Evan era un dj) e qualcosa da bere. Le ragazze non sono soltanto di bell'aspetto, ma anche provocanti e tentano di sedurre l'architetto, che però resiste alle loro avances.

La sua resistenza, però, non dura a lungo: dopo essersi recate in bagno, le giovani si fanno trovare completamente nude e così inizia il loro ménage à trois. La mattina seguente, Evan trova le ragazze che fanno tranquillamente colazione nella sua cucina: temendo il ritorno a breve della moglie, si offre di accompagnarle a casa ma le giovani rifiutano. Solo dopo aver minacciato di chiamare la polizia le due accettano di farsi riportare a casa.

La trama di “Knock knock” subisce una svolta nel momento in cui Evan ritorna alla sua routine: convinto di esserci lasciato alle spalle quella breve avventura, viene colto di sorpresa dalle due ragazze che si sono introdotte nuovamente in casa sua e lo legano, prendendolo in ostaggio. All'architetto Webber non rimarrà altro che aspettare di essere tratto in salvo dalle due giovani.

Il cast di “Knock knock” è composto, oltre che da Keanu Reeves, dalle giovani attrici latino-americane Ana de Armas e Lorenza Izzo; la prima, nata a Cuba, ha impersonato per quattro stagioni Carolina nella serie tv spagnola “El Internado”, mentre la seconda è nata in Cile, dove peraltro si sono tenute le riprese del film, e ha iniziato solo da qualche anno la carriera di attrice dopo un passato da modella (e, fra le altre cose, è anche la moglie del regista).

Scritto e diretto da Eli Roth, “Knock Knock” è un rifacimento di una pellicola del 1977 intitolata “Death Game”, nel quale una delle due giovani avvenenti era interpretata da Sondra Locke, che appare anche in “Knock knock” nel ruolo di produttrice esecutiva. Nel suo ultimo film, Keanu Reeves si trova calato in un ruolo insolito: quello dell'uomo adulto e sicuro di sé che si ritrova ostaggio di due ragazzine, che si spacciano pure per minorenni, solo all'apparenza minute e innocenti, ma in realtà assai scafate e piuttosto intraprendenti.

I ruoli, dunque, si ribaltano: le carnefici sono le giovani all'apparenza indifese, mentre l'uomo “macho” diventa la vittima che subisce le provocazioni e le angherie delle giovincelle, cedendo alle loro lusinghe e finendo ricattato nell'epoca degli smartphone, in cui ogni ripresa diventa piuttosto semplice. In bilico fra horror e thriller, “Knock knock” - trasmesso da Mediaset Premium sui suoi canali – pende di più verso il thriller, in cui non mancano peraltro momenti divertenti com'è nello stile di Roth. Di sangue, a conti fatti, ne scorre ben poco ma la tensione resta sempre alta, in attesa di sapere che ne sarà del povero padre di famiglia finito nelle grinfie di due ragazzine dal piglio criminale.

A creare la giusta tensione contribuisce anche la colonna sonora di “Knock Knock”, con la canzone “Where is My Mind” dei Pixies che svetta su tutti gli altri brani, fra i quali troviamo “Talking to the Devil” e “Daddy was wrong”.

Continua a leggere