Immagine testata

Unbroken: trama, attori e personaggi del film

La guerra è un tema che sembra affascinare molto Angelina Jolie, che dopo aver affrontato il conflitto in Bosnia-Erzegovina nel suo secondo lavoro da regista, nel film “Unbroken racconta la Seconda guerra mondiale attraverso le vicende di Louis Zamperini, atleta americano che aveva partecipato alle Olimpiadi di Berlino del 1936 e nei primi anni '40 viene arruolato nell'aviazione statunitense.

La trama di “Unbroken”, dunque, si ispira alla vera storia di Zamperini, già narrata nel libro “Sono ancora un uomo. Una storia epica di resistenza e coraggio” (scritto da Laura Hillenbrand e pubblicato nel 2010) di cui la pellicola è la trasposizione su grande schermo. Il film – trasmesso in esclusiva in Italia da Mediaset Premium – si apre mentre infuria la Seconda guerra mondiale: è il 1943 e l'aviazione americana è intenta a bombardare l'isola giapponese di Nauru; su uno dei bombardieri si trova proprio Louis Zamperini.

Nel corso delle operazioni l'aereo di Louis viene danneggiato e solo l'abilità di Phil, il pilota, consentirà al velivolo di rientrare alla base con un atterraggio di fortuna. Un flashback consente di saperne di più sul protagonista di “Unbroken”: negli anni venti Zamperini è un teenager sbandato e che fatica ad integrarsi negli Stati Uniti a causa delle sue origini italiane.

Louis, però, può contare sulla sua abilità nella corsa, che il fratello Peter è il primo a scoprire: è molto veloce, perciò il fratello maggiore decide di allenarlo per trasformarlo in un atleta. Zamperini si specializza nel mezzofondo e riesce a qualificarsi per le Olimpiadi del 1936 che si tengono a Berlino, nel cuore della Germania nazista. Louis ai Giochi Olimpici riesce a stupire nonostante si piazzi solamente ottavo, facendo segnare un tempo record nel corso dell'ultimo giro.

Concluso il flashback, si ritorna nel 1943: dopo essere sopravvissuto, Louis viene spedito in una nuova missione e la sfortuna sembra accanirsi su di lui; a causa di un guasto tecnico, l'aereo su cui è imbarcato precipita in mare, dove Louis e Phil restano per oltre un mese e mezzo, a bordo di una zattera, prima di essere catturati dai giapponesi.

Zamperini si ritrova così in un campo di prigionia di Tokyo, dove viene torturato sia perché è un soldato americano, sia per il suo passato di atleta (alle Olimpiadi di Berlino aveva sconfitto il corridore giapponese). Solo al termine del conflitto verrà liberato e farà ritorno in patria. Dopo aver ripreso in mano la sua vita, Zamperini e nel finale di “Unbroken” tornerà a Tokyo oltre 50 anni più tardi, nel 1997, per visitare i luoghi in cui è rimasto recluso.

Nel cast di attori di “Unbroken”, oltre a Jack O'Connell che interpreta Zamperini, troviamo Domhnall Gleeson nei panni di Phil, Alex Russell che dà il volto al fratello Pete e Miyavi, il terribile sergente Watanabe che tortura Louis nel corso della sua prigionia. Sulla carta, “Unbrokendi Angelina Jolie avrebbe tutto per diventare un film memorabile, vista la presenza come sceneggiatori dei fratelli Coen e la fotografia firmata da Roger Deakins.

Nei fatti, non è mancata qualche critica su “Unbroken”, che sembra sembra non esprimere al massimo tutte le sue potenzialità, affrontando in maniera poco approfondita i molteplici risvolti che un evento crudo come la guerra offre. Tuttavia le vicende di Zamperini e di alcuni degli altri personaggi di “Unbroken” sono talmente potenti che riescono a cogliere comunque nel segno, e questo spiega la tante positive opinioni su “Unbroken”. La resistenza e la forza di volontà di Louis lo rendono un eroe, talmente attaccato alla vita da morire a 97 anni nel luglio del 2014, cinque mesi prima dell'uscita del film negli Stati Uniti.

Continua a leggere