Immagine testata

Frequency: la recensione della serie TV

Siamo a New York, il detective Raimy Sullivan (Peyton List), presa completamente dal suo lavoro, si impegna per dimostrare di essere diversa dal padre Frank (Riley Smith) morto alcuni anni prima, il quale aveva abbandonato lei e la madre Julie (Devin Kelley) quando era solo una bambina.

Per uno scherzo del destino, però, la detective scoprirà di potersi mettere in comunicazione col padre, trova una frequenza attraverso la quale potergli parlare di nuovo e un modo per poter cambiare le cose; ma, per fare ciò, è necessario risolvere un omicidio ormai datato.

Continua a leggere

Frequency serie tv – recensione

La serie tv Frequency, di genere fantasy-drammatico, è di origine americana. Trae ispirazione dall’omonimo film del 2000, di Gregory Hoblit.

La prima stagione vede un susseguirsi di 13 episodi, di circa un’ora l’uno, con musiche ed effetti degni di nota e, da non tralasciare, il fatto che la serie, nonostante la giovane età, abbia già ricevuto numerose critiche positive!

Un intreccio di suspense e sorprese che fa leva sul cosiddetto “effetto farfalla” di ogni minima azione dei protagonisti. Molto apprezzato dalla critica è stato inoltre il rapporto a distanza padre-figlia, che risulta ben esplorato ed emozionante, scandito dalle giuste tempistiche.

Sviluppata da Jeremy Carver e Toby Emmerich, la serie tv Frequency vede la luce in America nel 2016, e in questo aprile arriva sulla televisione italiana, per la prima volta, sul nostro canale Crime! .