Immagine testata

X-Trial World Championship 2016: tutte le anticipazioni

Il campionato mondiale di X-Trial è la più prestigiosa competizione indoor dedicata alla disciplina del trial, in cui con una moto da cross si affrontano percorsi ad ostacoli di varia difficoltà. Viene organizzato direttamente dalla Federazione Mondiale di Motociclismo (che si occupa anche di MotoGP, Superbike e Supersport) e per questo prende il nome di FIM X-Trial World Championship. La competizione indoor è nata nel 1993, sull'onda del successo di quella outdoor creata invece nel 1964 (elevata a livello mondiale, però, solo 11 anni più tardi, nel 1975).

L'X-Trial World Championship 2016 è cominciato lo scorso 9 gennaio ed è composto da quattro appuntamenti: Sheffield (Gran Bretagna), Barcellona (Spagna), Wiener Neustadt (Austria) e quello conclusivo a Marsiglia, in Francia. Le prime due tappe si sono già disputate, mentre nei weekend del 19 e del 25 marzo prossimi si terranno le ultime gare che sanciranno il campione del mondo dell'X-Trial per la stagione 2016.

Com'era nelle previsioni, dopo le prime corse in Inghilterra e Spagna, a dominare la classifica sono i piloti spagnoli, in una riproposizione dell'eterno duello fra Toni Bou e Adam Raga che va avanti ormai da dieci anni. I due riders spagnoli mettono insieme – fra outdoor e indoor – la bellezza di 24 titoli mondiali, 18 per Bou e 6 per Raga; il primo non sembra fare distinzione fra Trial e X-Trial (9 titoli in entrambe le discipline), mentre il secondo ha una lieve predilezione per l'outdoor (4 titoli conquistati).

In cima alla graduatoria troviamo i due piloti appaiati con lo stesso numero di punti, frutto di una vittoria e un secondo posto ciascuno; alle loro spalle c'è spazio per altri due rider spagnoli, Albert Cabestany e Jeroni Fayardo. Il primo pilota non iberico occupa la quinta posizione ed è il giapponese Takahisa Fujinami. Appare evidente che la lotta per la vittoria finale sarà ristretta ai primi due, grandi fuoriclasse nel Trail dell'ultimo decennio abbondante.

L'occasione appare ghiotta per Raga, che nei prossimi appuntamenti – trasmessi in diretta sui canali Premium Sport 2 e Premium Sport 2HD di Mediaset Premium – avrà la possibilità di spezzare il dominio di Bou, imbattuto da ben nove stagioni sia nel campionato outdoor che in quello indoor. Un fenomeno che fin dal suo sbarco nel Trail ha fatto incetta di record, diventando il rider più vincente di sempre, scavalcando il britannico Dougie Lampkin, pluricampione negli anni '90.

All'esperto Albert Cabestany il ruolo di guastatore: era lo spagnolo più promettente all'alba degli anni Duemila, prima che arrivassero Raga e soprattutto il ciclone Bou; quasi sicuri i primi due posti (come da consuetudine negli ultimi anni) a Cabestany non resta che provare ad andare oltre il terzo posto che ha conquistato diverse volte nelle ultime stagioni.

Il testa a testa per il successo finale nel campionato finora è stato alla pari: vittoria per Raga a Sheffield e successo di Bou in casa a Barcellona (è nato infatti in Catalogna); identico anche il numero di podi, visto che i due connazionali possono vantare un secondo posto a testa, alle spalle proprio del rivale. Decisive, dunque, saranno le prove di Wiener Neustadt e Marsiglia per stabilire chi sarà il campione mondiale di X-Trial 2016. Sarà per l'ennesima volta Bou a spuntarla, ritoccando ancora il suo palmares da record, oppure Raga riuscirà a scalfire l'alone di imbattibilità che circonda il suo avversario, tornando così in cima al mondo dell'X-Trail a dieci anni di distanza dall'ultima volta?

Continua a leggere