Immagine testata

Spider-Man: Homecoming

Arriva a noleggio su Play il film “Spider-Man Homecoming", secondo reboot della saga diretto da Jon Watts, con protagonista un Peter Parker (Tom Holland) alle prese con i tipici problemi adolescenziali.

"Spider-Man: Homecoming" cambia il registro del racconto: questo nuovo reboot supera la classica origin story dei capitoli precedenti (non affronta, infatti, la drammatica parte della morte dello zio e del fatidico morso del ragno radioattivo, spostando l’attenzione su una crescita interiore decisamente più scanzonata e leggera, ma comunque vincente per la riuscita finale della pellicola) per proporci uno Spiderman già più consapevole dei suoi poteri e con quell’ironia pungente che contraddistingue da sempre il personaggio dei fumetti. Peter Parker è dunque al contempo un adolescente timido e un esuberante supereroe, logorroico e con la battuta sempre pronta: Tom Holland incarna pienamente lo spirito e l’essenza del personaggio, in quello che sembra essere a tutti gli effetti l’ “Uomo Ragno definitivo”.

In seguito agli eventi narrati in “Captain America: Civil War” (2016), il giovane Peter Parker/Spider-Man (Tom Holland) vuole più che mai dimostrare a Tony Stark (Robert Downey Jr.), e a sé stesso, che è pronto per combattere nuovamente al fianco degli Eroi più potenti della Terra, stanco dal classico eroismo “da quartiere”. Decide quindi di disobbedire alle raccomandazioni di Iron Man e sgominare da solo una pericolosissima organizzazione criminale, capitanata da “L’Avvoltoio” (Michael Keaton).
Come se non bastasse, Peter deve fare i conti con l’adolescenza, gli innumerevoli impegni scolastici, la timidezza nel confessare a Liz (Laura Herrier) i suoi sentimenti, i bulli. Il ragazzo è quindi ben lontano dall’essere un supereroe formato: fondamentale per la sua crescita personale sarà il continuo confronto con il suo mentore Tony Stark, al contempo figura alla quale ispirarsi e freno all’esuberanza del giovane. Infatti Peter, prima di essere Spiderman, è anzitutto un adolescente come tanti: irresponsabile e incapace di prevedere le conseguenze delle proprie azioni, tratti che lo rendono umano, e di conseguenza vulnerabile. 

Continua a leggere

Spider-Man: Homecoming” è un film del 2017 diretto da Jon Watts, nonché sedicesima pellicola del Marvel Cinematic Universe. Accolto positivamente dalla critica, il film (che avrà un sequel nel 2019) ha incassato al botteghino un totale di $879.9 milioni. Nel cast anche: Marisa Tomei (zia May Parker), Jon Favreau (Happy Hogan), Zendaya (Michelle “MJ” Jones), Donald Glover (Aaron Davis).

in onda su

Entra in Premium e non perderti tutte le grandi esclusive di Premium Play

e ricorda su Play ci sono migliaia di contenuti già inclusi nel tuo abbonamento!


 

Premium Play è disponibile per tutti gli abbonati Mediaset Premium. La visione dei contenuti presenti nel servizio Premium Play varia in base ai pacchetti a cui sei abbonato.